Perché Verdini (togliattianamente) è meglio di Bersani

La scelta di Denis Verdini di lasciare Forza Italia per dar vita ad un gruppo parlamentare autonomo disposto ad appoggiare le riforme di Matteo Renzi ha suscitato scandalo fra i chierichetti della purezza rivoluzionaria. Per noi vecchi arnesi, cresciuti studiando Togliatti nel partito di Berlinguer, Verdini è invece uno statista, e la sua decisione di sostenere la rinascita del Paese è un esempio luminoso di saggezza politica.

Continua a leggere

Annunci