La vecchia sinistra contro il benessere del Paese

Tutte le persone perbene del mondo che producono o percepiscono un reddito sono felici quando le tasse diminuiscono anche soltanto di un centesimo: perché quei soldi sono loro, e preferiscono tenerseli o spenderli o investirli anziché consegnarli ad un apparato burocratico senza volto, spesso inefficiente e non di rado corrotto. Tutti gioiscono, tranne la sinistra conservatrice. A loro piace invece campare di soldi pubblici – cioè di soldi privati sottratti a chi li ha guadagnati. Costoro sono i nemici del benessere, e come tali vanno pubblicamente denunciati.

Continua a leggere

Annunci